L’Importante E’ Leggere

Dalla violenza di genere, a un’intervista a Mohamed Ba – tra i protagonisti del film di Checco Zalone “Tolo Tolo” – a un racconto. Ettore conclude facendoci riflettere sul nostro modo di acquistare libri.

Ettore è un giornalaio o se preferite edicolante, il suo chiosco è situato a pochi passi dalla fermata di un tram, in una zona semi centrale di una grande città. Dalla sua postazione, come fosse affacciato a una finestra, vede ogni giorno passare centinaia di persone, altrettante si fermano per acquistare quotidiani o riviste o anche solo per dare un’occhiata alle copertine. Ettore, sfoglia decine di giornali e periodici ogni giorno, ma non si accontenta del cartaceo, ama navigare con il suo computer portatile alla ricerca di fatti e approfondimenti che spesso non hanno spazio sui mezzi d’informazione cartacei. Ettore, è un personaggio scaturito dalla mia fantasia, e nel mio immaginario lo vedo scegliere ogni quattro settimane le quattro notizie che l’hanno maggiormente colpito e inviarle alla nostra mail…

Anche questo mese Ettore continua nella sua ricerca di articoli particolari e che a suo insindacabile giudizio reputa interessanti. Il primo che porta alla vostra attenzione è tratto dal settimanale Riforma, dal titolo Violenza di genere, per l’Italia sono ancora molte le ombre, a firma di Marco Magnano, dove dal rapporto del Consiglio d’Europa sull’Italia emerge un quadro poco incoraggiante, ma non mancano le opportunità per cambiare.

Nelle scorse settimane si è parlato molto – sia per critiche, incassi e afflusso notevole afflusso di pubblico – del nuovo film di Checco Zalone “Tolo Tolo”, Ettore segnala un articolo, dal titolo Tolo Tolo non è un film in difesa dei migranti a firma di Joshua Evangelista, redattore di bradipodiario, è pubblicato sul sito Frontiere News, che propone un intervista a Mohamed Bad, attore con molte esperienze in Italia, e tra i protagonisti della pellicola.

L’ultima segnalazione è particolare, non è un classico articolo, bensì un racconto, tratto dal sito Pressenza, a firma di Chiara Sasso, dal titolo Il Borgo, che così introduce il proprio scritto: “Ci sono storie che vanno raccontate ovunque, in tante lingue e in molti modi. Ci sono storie che prendono forma in una piazzetta, giocando con il teatro. Ci sono storie di donne e uomini che hanno cominciato a cambiare il mondo e non hanno più smesso.”

Ettore ha aggiunto ai tre suggerimenti, una sua breve considerazione, per una situazione che riguarda la nostra città: Cari lettori, leggere è importantissimo, libri, riviste, settimanali e quotidiani. Nella nostra città alcune librerie storiche stanno chiudendo, vedi il caso di Paravia, e altre faticano a rimanere aperte, come Comunardi. Per quanto vi è possibile, quando dovete acquistare un libro, rivolgetevi a una libreria, evitate le catene, e sopratutto gli acquisti online. La chiusura delle librerie, oltre che alla perdita di posti di lavoro, è far perdere un tessuto culturale e sociale per la città , meditate cari lettori.

PS: per leggere gli articoli e per visitare i siti cliccate sulle parole colorate

GIUSEPPE RISSONE

Foto: torino.repubblica.it – comune.capannori.lu.it

L’Edicola Di Ettore ritorna giovedì 13 febbraio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.