La Radio E I Fenomeni

Seconda parte dedicata alla storia di Franco Lazzari… pioniere della radiofonia libera… la sua avventura ha inizio nel 1976 quando varca per la prima volta la soglia di Radio Condor Milano…

Bentornati su queste Libere Frequenze. Il mese scorso avevo incominciato a farvi conoscere, anche se sono sicuro che molti ricorderanno la sua voce e la sua verve radiofonica, Franco Lazzari un pioniere della radiofonia libera. A metà degli anni settanta come oramai saprete “esplode” il fenomeno delle radio libere e Franco comincia la sua avventura, prima dell’estate del 1976, quando varca per la prima volta la soglia di Radio Condor Milano. Tanta fu la passione nel “passare” vinili d’importazione e d’oltreoceano che Radio Studio 105 lo convocò poco tempo dopo per proporgli di far parte di quel primo gruppo di dj che saranno in parte l’ossatura della futura radiofonia nazionale. Dopo aver condotto il programma in prima serata che poi sarebbe diventato un vero cult, B.O.P.S. (Best of Pop & Soul) la direttrice dei programmi Loredana Rancati gli affida per il primo pomeriggio ore 14, la conduzione di un programma chiamato “I primi della classe”. Da lì in poi tanti anni col susseguirsi di molte altre radio storiche milanesi. Franco a metà anni novanta sviluppa altre collaborazioni come quella con Circuito Marconi durata per 7 anni. Uomo di “vera”comunicazione Franco scopre come tanti di noi i social ma soprattutto le loro potenzialità. Ecco il suo profilo Facebook

Lui cerca di trasformare questi nuovi mezzi, questa è la sua caratteristica diversamente da altri, in vettori della comunicazione umana”. Mi dice infatti …che non solo Facebook o altri social fanno la differenza per comunicare ma bisogna capire come comunicare, non per l’immagine ma per qualcosa di più concreto come condividere i pensieri, sapere degli altri, comunicare qualcosa di vero. Ecco perché in questa seconda parte voglio illustrare quello che Franco sta facendo con le sue numerose iniziative che riportano on-air, avrebbero detto negli anni 70, le voci e i volti degli speaker e dj che hanno fatto la radio. Con l’espressione “fatto la radio in Italia” intendo dire che le donne e gli uomini che parlavano dietro a un microfono hanno dettato una moda uno stile. Franco Lazzari ha voluto ritornare a parlare con loro reinventando un progetto importante. Nell’aprile del 2017 nasce la sua creatura Radio Fenomeni che vuole essere memoria storica delle voci della radio in FM, voci più o meno conosciute che hanno fatto innamorare un’intera generazione. Da allora ha voluto far rivivere momenti storici e significativi della radio, quella vita vissuta e raccontata dai protagonisti indiscussi di quel momento. Da allora è stato un susseguirsi di ospiti ma soprattutto di “rapporti umani”… questo ci tiene a sottolineare Franco. Uno degli ospiti che poi si è trasformato per alcuni mesi della seconda stagione anche in co-conduttrice è stata Simona Marazzi anche lei speaker degli anni d’oro (la vediamo accanto a Franco in foto). Continua sempre Franco: Perché se vuoi avvicinarti agli altri devi per primo dar loro qualcosa o una opportunità, magari quella di rimotivare gli amici e dargli la carica per “tirare fuori” quello che non hanno mai dimenticato ma solo riposto in un cassetto pensando di essere fuori moda. Certo l’attualità, aggiungo io, perché i media radiofonici oggigiorno propongono format precostituiti a cui si aggiungono, per completare i programmi, la voce di speakers e seppur preparati questi non sempre danno quella magia dei primi anni quando le radio erano ancore “libere”. Fanno da contraltare le piccole e spesso ostacolate radio locali che invece hanno ancora la genuinità di voci magari non perfettamente preparate ma che vanno al cuore delle persone. Franco sta facendo questo cioè far parlare tramite la sua creatura, Radio Fenomeni appunto, ospiti ma direi per lui anche amici che ancora riescono a dire tanto alla gente! Insomma un insieme di aneddoti esperienze e perché no, anche risate supportati dall’attuale tecnologia senza mai dimenticare i rapporti umani che come dice Franco vengono prima dei media. Quello che subito mi ha colpito di Franco è stata la sua semplicità accompagnata alla normalità anzi direi umiltà nel parlare di argomenti e fatti storici, senza voler sembrare davanti all’interlocutore “un vecchio addetto ai lavori”. Forse è anche questo che certifica come Radio Fenomeni sia diventata ancora più importante grazie alla sua voglia di dare ancora molto alla sua iniziativa e a chi vuol bene al mondo della radio.

Sono consapevole alla conclusione di questo articolo di aver scritto solo una piccola parte di quello che Franco Lazzari ha fatto e ancora farà per fare conoscere il mondo delle emittenti libere ma spero comunque di aver dato ai miei lettori uno spunto per conoscerlo meglio pertanto vi invito a seguirlo tramite le sue pagine di facebook ma soprattutto di ascoltarlo attraverso i mezzi di Radio FenomeniCome sempre ecco un brano per augurarvi tanta serenità ma soprattutto tanta salute nel corpo e nello spirito, alla prossima e buon ascolto.

ANTONINO DI BELLA

Foto: Franco Lazzari

Libere Frequenze ritorna giovedì 21 maggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.