Macinare Cultura Politica

di Antonino Di Bella il bandolo

Dal Tigullio si macina cultura politica con l’Associazione il Bandolo di Chiavari

Ciao e ben ritrovati su queste pagine, oggi vi parlerò di una delle tante, fortunatamente, associazioni che nel Tigullio “producono” (permettetemi questo termine) cultura e animano il dibattito formativo e di conoscenza tra le diverse persone. Mi sto riferendo a Il BandoloAssociazione di cultura politica che nasce a Chiavari nel novembre del 2008. Come recita l’articolo 2 dello Statuto ecco come vengono descritte le finalità: L’associazione non ha alcuno scopo di lucro (…) si prefigge di offrire un contributo innovativo al radicamento, entro il Comprensorio del Tigullio, dell’insieme delle prospettive di analisi e di azione, che assumono come riferimento i valori di libertà e di eguaglianza posti dalla Carta costituzionale quale fondamento della convivenza democratica nel nostro Paese.

Già da queste righe si può capire quanto lavoro ha “macinato” questo gruppo da quel novembre arrivando fino ai giorni nostri. Attualmente l’organigramma è il seguente: Presidente Marco Branchetti, Vicepresidenti Pina Rando e Valentina Bersani, Tesoriere Cinzia Ferrando, i consiglieri  Giuseppe Vaccarezza, Sandro Sansò, Giorgio Raggio, Francesca Caporello, Francesco Barattini, Andrea Margarit, Donatella Nicolini, Lia Gnecco, Errico “Erri” Devoto. Non è semplice tuttavia racchiudere in poche righe tutte le iniziative edite da Il Bandolo. Io proverò ad illustrarne solo alcune mentre vi rimando per le altre alle loro pagine social. La prima uscita pubblica fu l’incontro dal titolo “Testamento biologico. Chi decide della tua vita?” che venne organizzato nel febbraio 2009 nella vicina Lavagna ed ebbe tra i suoi relatori Don Andrea Gallo. Ad aprile ecco già un secondo appuntamento, questa volta a Chiavari, dove a dibattere sul tema “Pacchetto sicurezza. C’è da aver paura?” furono chiamati tra gli altri Fernanda Contri già vicepresidente della Corte Costituzionale e Nando Dalla Chiesa.

Da allora ci fu un allargamento ad altri temi etici nonché politici finanche alla discussione di contenuti sulle libertà non ultima quella d’informazione. Nel settembre 2018 sempre a Chiavari presso il laboratorio Casoni ebbe luogo un’esposizione di artisti che festeggiarono in questo modo il 50° evento dell’Associazione. Impegno e collaborazione tra i soci sono stati il collante che ha permesso l’attuazione di idee che altrimenti sarebbero rimaste solo sulla carta. Negli anni le sedi degli incontri aumentarono raggiungendo altre località del Tigullio anche se Chiavari, naturale baricentro del comprensorio, ha ospitato molti di questi appuntamenti anche grazie all’ospitalità della Società Economica. Nel dicembre scorso l’attenzione è stata dedicata a coloro che durante i primi mesi della pandemia non si sono risparmiati pur di assistere le persone malate. Il sessantaseiesimo appuntamento è stato infatti la proiezione del film, grazie alla cortesia della proprietà del Cinema Mignon di Chiavari, dal titolo “Io resto”.

Questo documentario è stato girato interamente presso l’ospedale di Brescia nei giorni peggiori dell’espandersi del coronavirus e premia con un riconoscimento particolare tutto il personale sanitario che ancora oggi si batte “sul campo” per la salute di tutti. Tutto ciò è degno di un grazie da tutti noi ma conferma ancora una volta che il sistema pubblico della sanità va difeso a tutti i costi!. E proprio nei mesi difficili, sperando che questa brutta esperienza non debba più ripetersi, della segregazione coatta quando tutti eravamo costretti a vivere nelle nostre case Il Bandolo non si è fermato. Anzi sono aumentate le iniziative online tanto che gli incontri in presenza sono stati sostituiti da appuntamenti visibili sul canale Youtube dove potete trovare la home page con decine di filmati e testimonianze degli ospiti e amici del sodalizio chiavarese. Si va dai pochissimi minuti di Stefano Bollani alla quasi mezz’ora dell’intervista a Vittorio Podestà campione paraolimpico di ciclismo. Ce n’è per tutti i gusti: politica, musica, arte, cultura e molto molto altro! Ritornando a questo nuovo anno chissà a quali iniziative staranno lavorando Marco Branchetti, Errico “Erri” Devoto e gli altri amici de Il Bandolo? Non voglio preannunciare le loro future novità ma il consiglio a chi legge queste mie righe è quello di seguirli tramite le loro pagine social e magari, se passerete da Chiavari, anche di partecipare a qualche loro iniziativa. Dopotutto quando si dibatte su buone idee la nostra società si arricchisce, la cultura ne guadagna e la vita sicuramente può diventare migliore! Alla prossima storia di noi gente di riviera.


Gente Di Riviera ritorna martedì 22 marzo

Sostieni le nostre attività, clicca sull’immagine

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.