Libere Frequenze… Natalizie

Una lettera speciale, una richiesta speciale da inviare a Babbo Natale, con la speranza che metta una “buona parola” per il ritorno in edicola della rivista Millecanali, la “bibbia” di tutti gli appassionati di radio e tv…

Caro Babbo Natale,

è così che vorrei iniziare questo appuntamento “natalizio” – ultimo del 2019 – delle sempre Libere Frequenze sul nostro caro Bradipodiario. Ma cosa voglio chiedere al barbuto “simbolo” del Natale? Una cosa semplice semplice… anzi no, molto complicata! Vorrei che ritornasse in edicola “Millecanali” la mitica rivista della prima ora, dedicata al mondo delle tv e radio libere. Non è certo di massima importanza per la nostra vita certo, però per il mondo dell’informazione è veramente una perdita quella che si è consumata circa due anni fa. Scelte editoriali o poca sensibilità, e volutamente non aggiungo altro, hanno fatto sì che scomparisse la prima rivista, e forse unica, dedicata alla novità alle prime emittenti locali dando voce anche alle piccole realtà di provincia in un mondo allora monopolizzato in bene e in male dalla Rai. E immaginando di parlare a questa rivista direi:

Caro Millecanali per un lungo periodo sei stato una vera “bibbia” per gli appassionati di un mondo affollato solo di pionieri e di tv sperimentali. In seguito ci hai parlato delle prime radio libere come Radio Parma e Milano International. Ci hai illustrato il passaggio dal cavo all’etere e la genuinità di un’Italia televisiva antesignana e ancora lontana dallo stress del cambiamento di costume e di mentalità che avrebbe contraddistinto il mondo della tv e della radio degli anni ‘80.

Già i famosi “anni da bere” ma anche degli anni che videro il trasformarsi delle emittenti locali nei network attuali. Eppure tanti dei professionisti che fecero fortuna e divennero personaggi famosi del piccolo schermo o della radiofonia devono anche a Millecanali un poco del loro successo. Per loro quindi un bel regalo che dura ancora e… per noi “semplici lettori? Rimane solo il desiderio di ritrovare la rivista magari con un numero speciale. Ma a proposito di desideri e cambiando discorso, cosa vi aspettate dal Natale? Vi anticipo che nel prossimo anno troverete altre interviste a persone cha hanno fatto la storia della tv e della radio. Nel frattempo vi auguro di trascorrere le feste natalizie in serenità e salute e di iniziare il 2020 nel migliore dei modi. Ci “ritroviamo” comunque ancora qui sulle Libere Frequenze a Gennaio 2020 e il mio modo d’inviarvi gli auguri e quello di proporvi il video di Bianco Natale di Irene Grandi.

ANTONINO DI BELLA

Foto: Antonino Di Bella

Libere Frequenze ritorna venerdì 3 gennaio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.