Il Fotografo

di Umberto Scopa Umberto Scopa

1986 i russi bombardano l’Afghanistan, la storia di un’equipe di Medici Senza Frontiere e un fotografo

Poche settimane fa è morto un medico di guerra, forse il più carismatico, il fondatore di Emergency. Poche settimane fa è tornato di attualità per le note ragioni l’Afghanistan e la sua guerra infinita. La lettura che ora vi propongo risale all’anno 1986. Siamo in Afghanistan e i russi bombardano. Un’equipe di Medici Senza Frontiere intraprende l’attraversata delle zone di guerra scalando impervie e desolate montagne con una guida afgana per raggiungere i siti dove allestire ospedali con mezzi di fortuna. Al loro seguito c’è un fotografo ignaro di quello che lo attende, inteso a documentare questa avventura. In questa lettura il fotografo racconta in prima persona le vicende e gli scenari che attraversa. Qualunque sia il giudizio che ognuno può avere sul contesto, o sui protagonisti che nei diversi ruoli danno vita a questa storia, il mio consiglio spassionato è di spogliarvene per 45 minuti, il tempo dell’ascolto, chiudere gli occhi e semplicemente viverla questa avventura, momento per momento come una continua scoperta con le parole di chi l’ha vissuta in prima persona e riportate dalla mia voce. La storia completa è pubblicata sotto forma di Graphic Novel da Coconino Press con il titolo “Il Fotografo”, autori Emmanuel Guibert, Didier Lefevre, Frederc Lemercier.

Per ascoltare il racconto cliccate qui

Il Contastorie ritorna giovedì 14 ottobre

Sostieni le nostre attività, clicca sull’immagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.